Francesco Grano

Mar 282019
 
Triple Frontier

Avvincente e senza neanche un attimo di noia nei momenti più placidi e introspettivi, Triple Frontier è la prova della maestria e del talento di J.C. Chandor il quale, in passato, è riuscito a deliziare lo spettatore con i già citati A Most Violent Year e All Is Lost e che qui, avendo virato verso un genere a lui nuovo, dimostra di come sia possibile portare a compimento determinate sfide cinematografiche.

Mar 042019
 
Roma

Dopo la conquista strameritata del premio Oscar come miglior film straniero, torna nelle sale il capolavoro di Cùaron. Slowcult ripropone la recensione di Francesco Grano, ad uso di coloro che approfitteranno di questa seconda chance per vedere Roma sul grande schermo.

Feb 142019
 
Polar

Tra sparatorie, iperviolenza, momenti grotteschi e black humour Polar è un film che scorre senza un attimo di noia (e di tregua) per tutti i suoi centodiciannove minuti di durata.

Feb 042019
 
Velvet Buzzsaw

Il primo, grande e fondamentale difetto di questo Velvet Buzzsaw risiede proprio nell’essere quello che non è: dovrebbe (e vorrebbe) essere un horror ma non lo è, così come non è possibile catalogarlo nel genere del thriller

Jan 292019
 
Bird Box

Tra le mura domestiche – (apparentemente) al sicuro dall’esterno – Malorie e il resto della sua “famiglia” improvvisata mettono in piedi il fortino di tanto cinema, horror e non, di sopravvivenza. E qui non manca di certo l’imprinting filmico e cinefilo del grande Maestro John Carpenter, il maggior esperto di lotte tra assediati e assedianti.

Jan 102019
 
Lontano da qui

Quella posta in essere nella storia di Lontano da qui è la disillusione di una vita migliore, priva del grigiore della ripetitività e dal germe del rammarico che si scontra, inevitabilmente, con la dura certezza che nel mondo di oggi esiste così tanta bellezza ma, il vero, arduo problema è saperla vedere e coglierla nel momento giusto,

Dec 162018
 
Senza lasciare traccia

In fondo, Senza lasciare traccia è la mise en scène di un padre e di una figlia alla ricerca di un’effimera libertà che permetta di vivere in maniera semplice e – soprattutto – di conoscersi.

Dec 042018
 
Red Zone – 22 miglia di fuoco

Tra momenti introspettivi e altri di pura adrenalina, Red Zone si conferma come riuscito action dal ritmo serrato e senza un attimo di respiro: di certo non un capolavoro nel suo genere ma neanche un’opera che passa inosservata agli occhi degli aficionados dell’azione più totale

Nov 082018
 
First Reformed

Tra approfondimento psicologico e messa a nudo dell’animo umano, First Reformed si trasmuta in presa di coscienza dell’uomo condannato all’isolamento nonostante faccia parte della società, collettività relazionale e interattiva in cui, purtroppo, a volte vige la più totale indifferenza verso l’altro da sé.

Oct 292018
 
Hot Summer Nights

Hot Summer Nights non è solo il resoconto di una calda estate vissuta tra hit musicali, droga, alcol, sballo e rischio bensì qualcosa di più: dopo un incipit in medias res, l’opera prima di Bynum (ri)costruisce – pezzo dopo pezzo – il modo in cui si arriva al distruttivo punto di non ritorno della propria esistenza.