Jun 252018
 
Una nuova Etichetta a Roma made in Tor Pignattara: Oltre le Mura Records

Oltre le mura records: Una nuova etichetta discografica è nata nel cuore di Tor Pignattara! Una etichetta che nasce per volere di un manipolo di attivissimi musicisti romani con la volontà di reagire alla crisi culturale che il nostro Paese, e non solo, sta attraversando.
Produrre e promuovere artisti e musica di qualità senza badare a tendenze dell’ultimo minuto. Questo è lo spirito. Appassionarsi ai progetti, mettersi a totale disposizione degli artisti che sappiano raccontare il mondo che ci circonda fornendo loro gli strumenti per esprimersi a 360 gradi.

May 102018
 
Il gusto speziato dell'indipendenza: Giulia Tripoti

Ludovica Valori intervista per Slowcult l’artista che con il Karkum Trio sarà tra i protagonisti della prossima Slowfesta di Primavera 2018 del prossimo 19 maggio al Wishlist Club di Roma

Feb 252018
 
New Italian Sounds: Breaking the Fence, Odiens, Barack

Riprendiamo il nostro viaggio nell’Italia che suona e ripartiamo da Padova. Nonostante il nome inglese, la band padovana ci offre un ep di sei brani di un bel rock molto ben cantato e suonato. La band già dal nome è uno statement…

Aug 242017
 
New Italian Sounds: The Shape, The Castillos, Fujima, Soar

Anche se un po vecchiotto (ma la musica si sa non invecchia mai, anzi migliora con il viverla, con il consumarla, con l’indossarla) vale assolutamente la pena di cercarlo. Ecco i veronesi The Shape e il loro “Lonely Crowd” Eleggo la loro “Sunshine” uno dei pezzi da ascoltare senza tregua, ma non solo di estate.

Mar 022017
 
Alessandra Celletti: un pianoforte sempre 'on the road'

Con grande eleganza e soprattutto con quel tocco di ironica leggerezza che è fondamentale per mantenere in vita il soffio creativo, Alessandra Celletti nelle sue esibizioni interpreta il repertorio dei pianisti del ’900 assieme alle proprie composizioni.

Jan 192017
 
Il ritorno di Erica Romeo

Di nuovo attiva sul fronte discografico e live ecco che incontro ancora Erica Romeo, cara amica di Slowcult. Un incontro molto interessante per un’artista di grande qualità e molto poco italiana come approccio sia mentale che di suono. Una strada che l’ha portata da essere una folk singer a un’elegante cantante che si muove su suoni molto raffinati e avvolgenti. Ecco l’intervista per Slowcult!