Apr 282010
 

Basilicata coast to coast. Regia di Rocco Papaleo. Con Alessandro Gassman, Paolo Briguglia, Max Gazzè, Rocco Papaleo, Giovanna Mezzogiorno, Claudia Potenza, Michela Andreozzi, Antonio Gerardi, Augusto Fornari. Durata 105 min – Italia, 2010.
★★★★☆
Per la prima volta dietro la cinepresa, Rocco Papaleo ha confezionato un film particolarmente bello, insolito e divertente. È la storia di un viaggio a piedi intrapreso da un gruppo di amici che condivide la passione per la canzone-teatro. Sarà proprio il desiderio di esibirsi in un festival di questo insolito genere musicale che li condurrà dalla costa tirrenica della Basilicata a quella ionica.
Rocco Papaleo, Alessandro Gassman, Giovanna Mezzogiorno, Paolo Briguglia, e un convincente Max Gazzè nei panni di attore, accompagnano lo spettatore in giro per i luoghi della bellissima Basilicata: forse ancora oggi la regione meno conosciuta d’Italia che però regala stupende suggestioni sul grande schermo. Decisamente un atto d’amore del regista alla sua terra, ma anche alle persone che la abitano che sembrano essere uscite dalle migliori pellicole demenziali. Meravigliosi: una carrellata di soave e saggia follia che pervade ovviamente anche i nostri protagonisti camminatori. E poi c’è il tema del viaggio – come molti film americani – ma rivisitato all’italiana, un viaggio che offrirà una sorpresa nel finale…
Le storie dei personaggi ci vengono rivelate da loro stessi man mano che l’allegra combriccola si immerge nelle montagne lucane con suoi i paesini arroccati, così desolati e magici insieme.
Seppure il film si svolge in un clima leggero, in realtà quella che si narra è una storia di salvezza dell’anima: il viaggio serve a tutti i protagonisti a risolvere i propri insoluti con la vita, e a cominciarne una nuova il giorno dopo la fine del tragitto. I dialoghi sono divertenti e impalpabili, spesso rimangono addirittura un po’ in sospeso. La recitazione è ottima da parte di tutti gli attori, forse ancora di più nei personaggi palesemente presi dalla vita reale.
Colpisce Giovanna Mezzogiorno che benchè sia stata diretta da registi di grande esperienza, non è mai apparsa così bella e naturale. Bravissimo Rocco Papaleo per aver armonizzato al meglio tutti gli ingredienti, e per aver pensato un film che nella sua semplicità riesce a offrire al suo interno molti piccoli doni.
Uno di questi è la colonna sonora firmata da Rita Marcotulli, perfettamente aderente allo spirito e all’estetica del film. Ma sono soprattutto i testi delle canzoni che i protagonisti cantano durante tutto il viaggio ad essere insuperabili: credo che la canzone “la frittata di mia madre non si batte” scalerà tutte le classifiche!

Recensione di Claudia Pignocchi

  2 Responses to “Basilicata coast to coast”

  1. [...] Basilicata coast to coast, regia di Rocco Papaleo E poi c’è il tema del viaggio – come molti film americani – ma rivisitato all’italiana, un viaggio che offrirà una sorpresa nel finale…Le storie dei personaggi ci vengono rivelate da loro stessi man mano che l’allegra combriccola si immerge nelle montagne lucane con suoi i paesini arroccati, così desolati e magici insieme. Leggi tutto l’articolo [...]

  2. [...] Andreozzi, Antonio Gerardi, Augusto Fornari. Durata 105 min – Italia, 2010. blog: Slowcult | leggi l'articolo Per help e visualizzare le immagini abilitare javascript. Scrivi un [...]

 Leave a Reply

(required)

(required)

*


You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>