Apr 132015
 

Citizenfour, di Laura Poitras. Con Edward Snowden, Jacob Appelbaum, Julian Assange, Kevin Bankston, William Binney, durata 114 min. – Germania, USA 2014.
★★★★☆

citizenfourCitizenfour. Un nome in codice, una storia con tutti gli ingredienti del thriller, peccato che sia vera e che si tratti di un documentario, il cui sottotitolo potrebbe essere – parafrasando lo scrittore Márquez – “cronaca di una violazione annunciata”. Perché tutti, bene o male, siamo consapevoli dell’esistenza di spioni informatici, ma sorvoliamo spesso sull’effettiva portata delle loro incursioni nelle nostre faccende più riservate. Personaggio-attore principale di questo docufilm è Edward Snowden, alias Citizenfour, analista informatico di alto livello ed ex tecnico della Cia, che nel 2013 mise in piazza tutte le malefatte della National Security Agency, l’Agenzia per la Sicurezza Nazionale statunitense, che operava sistematiche violazioni del diritto alla riservatezza dei cittadini americani e non solo. Il 16 aprile è prevista l’uscita italiana del film, che prende il titolo dal nome in codice di Snowden; distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection, premiato con l’Oscar 2015 e diretto da Laura Poitras, “Citizenfour” testimonia tutte le fasi del contatto tra Snowden e la regista, avvenuto in un primo tempo in modo informatico e criptico, in seguito con incontri in albergo insieme ai giornalisti Glenn Greenwald ed Ewen MacAskill. Un film da vedere, per non chiudere gli occhi e per avere maggiore consapevolezza di eventi gravi di cui spesso si ha solo una vaga nozione. La scelta di Snowden era caduta su Poitras perché la regista, pur lavorando da tempo a un film sulle intercettazioni, pur essendo spiata e osteggiata ripetutamente dal Governo, non si era mai lasciata intimidire. Il resto è storia, è scandalo, è Datagate: il tutto documentato, doverosamente filmato e consegnato a chi vorrà davvero vedere.

L’opera farà parte del Biografilm Festival – International Celebration of Lives, in programma a Bologna dal 5 al 15 giugno 2015. Il titolo di questa undicesima edizione  è “Vite connesse – Dalla fine della privacy al sapere collettivo”, perché analizza la presenza di internet nella nostra esistenza attraverso le opere cinematografiche. Il film scelto come simbolo è proprio “Citizenfour”. Sono previsti, tra gli altri, un evento di presentazione del film “Cern: Experimental City”, del collettivo artistico ZimmerFrei e la proiezione di “Silenced” di James Spione, incentrato sulle storture dell’America post 11 settembre. In calendario è anche l’omaggio al documentarista Michael Madsen, di cui saranno presentati vari lavori, tra cui, in anteprima italiana, “The Visit”, il racconto di un ipotetico primo contatto tra uomini e Ufo, con il coinvolgimento di veri esperti e scienziati. Con ogni probabilità, non sarà facile discernere tra realtà e finzione.

 recensione di Daniela Delli Noci

 Leave a Reply

(required)

(required)

*


You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>