Mar 212019
 

La quarta edizione del Solchi Sperimentali Fest, che promuove la conoscenza delle musiche e culture “altre”, si terrà domenica 24 marzo al Fanfulla di Roma. La serata avrà inizio con la presentazione del libro “La scomparsa della Musica-Musicologia col Martello” di Antonello Cresti, che sarà curata dall’Autore e da Marcello Gerardi di Slowcult.

La Scomparsa della Musica

La Scomparsa della Musica

Si tratta di una lunga intervista che Stefano Sissa (laureato in filosofia, con dottorato di ricerca in Scienza della Cultura, docente di Scienze Umane nei licei bolognesi) ha fatto ad Antonello Cresti, (dottore in Scienze dello Spettacolo, saggista, compositore ed agitatore culturale) e a Renzo Cresti (nessuna parentela, musicologo, docente di Storia della Musica presso il Conservatorio di Lucca, dove tiene anche un corso di Storia del Jazz). Il volume contiene, inoltre, contributi di Pino Bertelli, fotografo e saggista, Giancarlo Cardini, pianista e compositore, Donella del Monaco (cantante lirica ed organizzatrice culturale), e di Enrica Perrucchietti, giornalista e scrittrice.

L’argomento consiste in una forte requisitoria musicologica contro la commercializzazione della musica, che ha determinato la scomparsa di quella di qualità, relegandola in una zona d’ombra, inaccessibile a molti. Il titolo del libro riprende l’espressione di Nietzsche “filosofia col martello”, utilizzata dal filosofo ne “Il Crepuscolo degli Idoli”, ed è un energico atto di accusa contro la musicologia accademica, fortemente ripiegata su sé stessa, concausa del vuoto che si è creato intorno alla musica di qualità; nel contempo, il libro si propone di essere una forte requisitoria contro il Neoliberismo, che, riducendo la musica a mera merce, ha fatto perdere ad essa la sua funzione di collante sociale, narrazione di gruppo, epica collettiva, sino a determinare la quasi totale scomparsa di quella autentica e di ricerca.

locandina

TUKTU AND THE BELUGAS QUARTET
Tuktu and the Belugas Quartet sono una formazione romana nata nel 2017 composta da Andrea Rinaldi (chitarra elettrica, effetti a pedale) e un quartetto di beluga.
Andrea Rinaldi è un artista audiovisivo attivo tra Roma ed Amburgo.
Dall’incontro con i Belugas Quartet nel Mare del Nord nasce l’idea di sonorizzare dal vivo documentari naturalistici a tema marino convertiti in bianco e nero.
Una band mantra – rock, che costruisce vere e proprie sperimentazioni sonore.

NOISE CLUSTER
Noise Cluster è il nuovo progetto Industrial-Noise di Flavio Derbekannte e Arianna Degni Lombardo, già noti da oltre 10 anni con il moniker DBPIT & XxeNa. Le sonorità di NC combinano elettronica digitale e strumenti acustici per dare vita a composizioni originali e coinvolgenti; le esibizioni dal vivo sono sempre accompagnate da video artistici realizzati da Arianna. Una visualità cupa ed inquietante, accompagnata da suggestive sonorità “dark ambient” di notevole spessore.
NC ha all’attivo una cassetta+download per l’etichetta Luce Sia, un dvd/split per la GattoAlieno e diversi brani presenti in varie compilation internazionali; tra le partecipazioni dal vivo, tre Solchi Sperimentali Fest e altre serate.

IL SOGNO
Il Sogno nasce nel 2007 come un progetto speciale dei fratelli Andrea e Paolo Camerini delle Nuove Tribù Zulu. Si caratterizza per la ricerca artistica nel territorio della contaminazione musicale dove sonorità misteriche ancestrali si fondono con sonorizzazioni in viaggio tra oscurità e luce, piani narrativi sospesi tra veglia, sonno e sogno profondo; stati trascendentali di coscienza, barriere e schemi da infrangere con incursioni e improvvisazioni vocali e strumentali.

GIANLUCA BECUZZI
Gianluca Becuzzi è un compositore elettronico / elettroacustico e artista creatore di installazioni sonore, attivo sin dalla prima metà degli anni ’80.
Ha realizzato molti album e si è esibito in molte performance in Europa, utilizzando svariati nomi, negli ultimi trenta anni.

 Leave a Reply

(required)

(required)

*


You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>