Nov 212015
 

 

LR-Slowcandina_nov2015

Slowcult, in collaborazione con l’associazione culturale Eutopia, celebra al Wishlist la decima edizione della Slowfesta, rassegna che riproduce dal vivo lo spirito e la linea editoriale della webzine che, con più di 1200 articoli pubblicati, vuole dar spazio a tutto ciò che è espressione umana, in particolare artistica, tutto ciò che è patrimonio emozionale dell’umanità, tutto ciò che è escluso dalla fruizione di mercato perché di non facile apprendimento, tutto ciò che generalmente non viene diffuso dai normali media. Nelle precedenti edizioni abbiamo avuto la partecipazione di Marco Parente, Perturbazione, Ardecore, Muro del Canto, Piero Brega, Remo Remotti, Pino Marino, Mardi Gras, Piccola Banda Ikona, Traindeville, Takadum Orchestra, Hexperos, Joe Victor e molti altri. 

La serata del 4 dicembre suggella il sodalizio con il Wishlist. Il locale di San Lorenzo accoglie infatti per la terza volta gli artisti riuniti da Slowcult, a testimoniare una sintonia ed una comunanza di intenti che vanno ben oltre una semplice collaborazione.
L’apertura della Slowfesta è affidata al giovane ma promettente chitarrista Luca Donati, che presenterà in anteprima assoluta il suo CD di esordio, Il circo di Icaro. Disco suonato interamente con chitarra acustica con tecnica percussiva e che consiste nell’elaborazione musicale di sei personaggi: Il domatore, La bambina, Il leone, Icaro, Nemo e Il Traditore.

Il clou della serata è costituito dal progetto Emily di Barbara Eramo, eseguito dal vivo dal quartetto guidato da Stefano Saletti, con la partecipazione dell’attrice Barbara Folchitto. Si tratta di un concept di brani composti da Barbara su poesie di Emily Dickinson, Barbara Eramo ha scelto di dare voce e suono ai mondi musicali che più la ispirano creativamente, senza alcun vincolo stilistico preconcetto, rivolgendosi alla libertà poetica e immaginifica della Dickinson. Quello che emerge è un suono denso, ricco di chiaro scuri con aperture post rock, spaziosità sperimentali e rarefatte. “Emily” è un disco autoprodotto/indipendente, finanziato attraverso il crowdfunding, nato dalla volontà di Barbara di seguire completamente l’istinto. Impareggiabile alleato creativo è Stefano Saletti, coarrangiatore/produttore del disco, fautore di preziose intuizioni sonore nonché esecutore di quasi tutte le parti strumentali.
Un’accoppiata di progetti, quindi, che calzano perfettamente alla filosofia di Slowcult e nel lento fluire del sapere che da quasi dieci anni fa da sottotitolo all’attività editoriale della webzine, aperta alla collaborazione di tutti coloro che, con passione e rigore, volontariamente vogliano contribuire con articoli e recensioni..

Appuntamento al Wishlist, Via dei Volsci, 126b, Venerdì 4 dicembre a partire dalle 21,30
Per maggiori info www.slowcult.com tel. 3486709489

Facebook-01

 

 

 

 Leave a Reply

(required)

(required)

*


You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>