May 072009
 

(Black Nutria – distr. Audioglobe)

★★★☆☆

polar-400x300.jpgSe cercavate il lato più oscuro ed aggressivo dei Placebo e non riuscivate a trovarlo né oltremanica nè oltreoceano, provate a recarvi dalle parti di Vicenza. Da lì si muovono i Polar For The Masses, che a due anni di distanza dal loro Let Me Be Here pubblicano per l’etichetta vicentina Black Nutria il loro secondo album. L’accostamento con la band di Brian Molko nasce spontaneo all’ascolto di brani come Nightclubbing, The Duck, ma soprattutto avvicinandosi a Where My Nose Is?, singolo scaricabile dal sito www.myspace.com/polarforthemasses. In poco più di trenta minuti assistiamo ad una breve lezione di come usare nel ventunesimo secolo il classico trio rock basso, chitarra e batteria, senza scadere mai nel banale o nell’inascoltabile. polar_for_the_masses.jpgI brani scorrono fluidi e veloci, energetici e pop al punto giusto, non originalissimi, ma certamente di ottima fattura. Melodie vocali ricercate, una calibrata distorsione di chitarra ed una ritmica solida e robusta, come il modello station-wagon della Volvo a cui si ispira il nome della band. Una traccia che rende bene il senso del discorso è senz’altro Timer On The Head: l’attacco iniziale ricorda il riff di chitarra di My Sharona degli ormai dimenticati The Knack, il più fulgido esempio della storia della musica di trascinante rock-pop concentrato nei canonici tre minuti.
La tournèe promozionale li vede in questi giorni toccare il sud della penisola, mentre in estate li troverete in giro tra Veneto e Lombardia; non temete, però: ad ottobre è prevista una data anche a Roma e noi li attenderemo sotto il palco, fiduciosi di vedere confermata dal vivo tutta la carica e la positiva impressione del CD.

Recensione by Fabrizio

  2 Responses to “Polar For The Masses- Blended”

  1. [...] fruizione. Scesi per la prima volta da Vicenza nella Capitale per presentare il recente album ‘Blended’, i tre confermano quanto di buono già espresso su CD, con un live set di grande energia e di [...]

  2. [...] fresche e piene d’energia sul fronte dell’indie rock: dopo i nostri pupilli Polar for the masses, dei quali attendiamo con curiosità la nuova uscita discografica, ecco arrivare sempre da Vicenza [...]

 Leave a Reply

(required)

(required)

*


You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>