Mar 242019
 

Teho Teardo –  Grief Is The Thing with Feathers

Specula Records 2019

★★★★☆

teho-teardo-Grief-Is-The-Thing-With-FeathersAbbiamo avuto il privilegio di ascoltare in anteprima il nuovo album di Teho Teardo, un lavoro denso, dalle venature psichedeliche, a detta dell’autore che ce ne ha parlato, tra i più oscuri dell’ intera produzione dell’ artista friulano di nascita ma ormai romano di adozione. Il piacere di un ascolto privato ma al contempo pubblico ha reso particolarmente suggestiva e coinvolgente la presentazione e di certo questa condivisione ha contribuito ad una percezione più ‘accorta’ e magica. Dotato del dono della sintesi (il lavoro raggiunge la mezz’ora di durata) come i lavori dei suoi amatissimi Ramones, ci ha colpito per la potenza e  la grazia delle sue tracce, violente, ipnotiche e di fortissimo impatto. Ottima prova, nel solco della tradizione di Teardo ma piena di guizzi innovativi e di finezze che non finiscono di sorprendere l’ascoltatore. Impreziosito da prestigiose collaborazioni come  quelle di Gabriele Coen, Susanna Buffa e Joe Lally dei da lui amatissimi Fugazi, un lavoro che richiede un ascolto particolarmente attento, ma che premia quest’attenzione con un’energia e una forza sonora che non è facile trovare nel panorama musicale contemporaneo.

La musica di quest’album, uacito il 22 marzo, nella cui copertina è ritratto dell’attore Cillian Murphy, è stata composta da Teho a maggio del 2017, immediatamente dopo la lettura dell’omonimo libro di Max Porter (Il dolore è una cosa con le piume, edito in Italia da Guanda). Un mese dopo, il regista e scrittore irlandese Enda Walsh (già noto per aver scritto con David Bowie “Lazarus” ma anche il film “Hunger” di Steve Mc Queen), con cui Teho collabora ormai da anni, gli confida il desiderio di voler mettere in scena uno spettacolo ispirato proprio a questo romanzo. Sarà l’affinità elettiva o la straordinaria intesa tra i due, ma nel giro di poco tempo “Grief Is The Thing With Feathers” è diventato non solo un disco ma anche un’opera teatrale in cui Cillian Murphy, straordinario protagonista in Peaky Blinders, regala una performance impressionante. Un racconto straziante sulla perdita, sull’amore e sul vivere, in scena al Barbarican di Londra ad aprile (già sold out).

È atteso, invece, per dopo l’estate un altro lavoro discografico di Teho Teardo, prodotto dalla Fondazione Feltrinelli e ispirato agli spartiti musicali contenuti contenuto dentro le pagine dell’Encyclopédie di Diderot e D’Alembert, la cui copia originale è custodita nell’archivio della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Tracklist

1 A bit about ghosts

2 This is the story of how your wife died

3 London offered us possible mothers

4 A demon who fed on grief

5 Hop sniff and tackle

6 You fucked a dentist

7 Knelt on her thigh

8 Unfinished. Beautiful. Everything.

Formazione

Teho Teardo: guitar, bass rhodes piano, celesta, organ, modular synths, electricity, electronic objects, percussions, bells, autoharp, plastic crows; Laura Bisceglia e Giovanna Famulari: cello; Ambra Chiara Michelangeli: viola, violin; Vanessa Creamaschi ed Elena De Stabile: violin; Susanna Buffa: vocals; Elena Somarè: whistle; Gabriele Coen: bass clarinet, clarinet; Joe Lally: tablas, bass

 

 Leave a Reply

(required)

(required)

*


You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>