Jul 022013
 

Roma, Teatro Cometa Off, 16 giugno 2013
★★★★½


Gli elementi ci sono tutti: un enigma da risolvere, un tesoro da scoprire, una strada da percorrere. Due ragazzi vanno alla ricerca delle loro radici in un ipotetico, vicino futuro che paga lo scotto di anni di incuria e di inciviltà. Riusciranno i nostri eroi a salvare il mondo? E’ andato in scena al teatro Cometa Off lo spettacolo promosso dall’Associazione culturale Opus in fabula, tratto dall’omonimo racconto di Claudia Pignocchi ed elaborato in forma drammaturgica da Elisa Guerrieri, che ha curato la regia. Una caccia al tesoro per far riflettere grandi e piccini sui mali del mondo e per educare tutti al rispetto della natura, vera protagonista dello spettacolo: seppure deturpata e quasi annullata da comportamenti sbagliati e incuranti, è riuscita a premunirsi e a guidare i due intrepidi ‘cacciatori’ verso la vita e il recupero di antichi tesori ambientali. Filo conduttore è una filastrocca – scritta e disegnata su un foglio ridotto a pezzi, quasi un puzzle – e affidata a una bottiglia…di plastica. Fanno divertire gli incontri con gli animali creduti estinti, fa riflettere l’abitudine a convivere con i rifiuti, male endemico dei nostri giorni. Un sinuoso fenicottero, un lupo alla ricerca dell’Alaska che non c’è più, un tenero elefantino, un’ape che si ristora sulla corolla di un fiore. Al di là del guado, i miasmi della società industriale e cumuli di immondizia. Un modo lieve e fantastico di sensibilizzare tutti al rispetto dell’ambiente, una denuncia per tutti coloro, in particolare i cosiddetti ‘grandi’ della terra, che fanno finta di non vedere e che si inchinano al profitto. Gli interpreti: Alessia Gabbianelli, Roberto Carrubba, la stessa Claudia Pignocchi – che ha ideato anche le coreografie – e Maria Grazia Torbidoni.

recensione di Floridia

 Leave a Reply

(required)

(required)

*


You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>