Jun 072021
 
Modì: "Tsunami" -  l'album che racconta Torpignattara

Modi, aka Giuseppe Chimenti, è al suo quarto album e “Tsunami” è un album molto diverso dai suoi precedenti. Qua le sue ballate a volte intimiste e a volte malinconiche trovano un perfetto vestito sonoro in un elegante synth pop da richiami molto nobili. Ognuno troverà richiami a.
Fabrizio Massara (già Baustelle) che ha prodotto l’album ha trovato la chimica perfetta con l’artista calabrese che mai è suonato cosi attuale e radicato in una realtà ben delineataInfatti a me personalmente interessa sottolineare che “Tsunami” sin dal “Il segreto del mattino” (Torpignattara alle prime luci dell’alba :” Si sveglia il caos Casilino”) è un album che sa raccontare un quartiere, che dipinge volti, traccia rotte aeree, e si immerge totalmente nei sapori delle vite che Modi ha osservato e tratteggiato con tocchi delicati e arguti. (segnalo a proposito “Le conseguenze di un quartiere e la sperimentale “L’ombrello sul viso”)

Apr 292021
 
La "Bank of Love" degli irlandesi Cronin

Nick Cave li ha paragonati a se stesso solo più intonato, sono soliti accompagnare Shane McGowan il leggendario frontman dei Pogues nelle sue nuove peripezie, e ogni tanto jammano con Johnny Depp. Sono i fratelli Cronin da Mullingar, Irlanda. “Bank of Love” è il loro nuovo singolo

Sep 092020
 
L'album di esordio di Francesco Ziello: "Nine Hundred Fifty Seven"

Esordio discografico per Francesco Ziello da Roma, un disco molto particolare e da ascoltare con molta attenzione per la sua affascinante trama sonora, tra suoni acustici e feedback. Un lavoro sperimentale che ruota attorno alle vicende di Jeffrey Dahmer, per le cronache il mostro di Milwaukee.

May 282020
 
il nuovo disco dei Thing Mote : Robokiller

Un lavoro complesso a più strati cognitivi-sonori, da sentire più volte per immergerci in una realtà che ci circonda, e che non mancherà di svilupparsi ulteriormente. E il suono di questi cambiamenti potrebbe benissimo essere quello di “Robokiller” dei Thing Mote

Feb 032020
 
Delgado: Il ritorno della rock'n'roll band romana

Dopo alcune operazioni musicali giovanili dagli esiti incerti seguite da un lungo periodo di silenzio Max Di Stefano (alias Delgado) si risveglia dal suo letargo, chiama a raccolta la sua band solidale di sempre, si rinchiude in uno studio di registrazione e ne esce con un pugno di canzoni di rock’n’roll ma non solo, che costituiscono una collezione unica nel genere perché abbracciano 50 anni di stili musicali che si possono gustare senza sentire il peso del tempo trascorso.

Oct 232019
 
Walter Celi: Arriva "Blend"

Un disco è arrivato in redazione questi giorni ed è intitolato BLEND, seconda opera a nome Walter Celi.
Una raccolta di belle canzoni tutta realizzata on the road. Walter Celi ha fatto un lungo tour che ha voluto fissare con suoni e suggestioni.
Un album dove i suoni del pianoforte e di strumentazioni diremo vintage per i giorni di oggi si mischiano perfettamente con sapienti dosi di elettronica.
Walter Celi nasce come batterista e percussionista e infatti si scorge tra le traccie una grande attenzione al groove che impreziosisce il tutto.
Sicuramente il suo mondo sonoro è reso più interessante dal fatto che le radici di Walter Celi sono etiopi e che l’artista ha girato il mondo appunto come batterista arrivando anche in Estremo Oriente oltre che in Usa e Europa.
E

Sep 202019
 
Arriva il terzo lavoro di Antonio Pignatiello

Ce l’aveva promesso tempo fa ed eccolo che torna su Slowcult.
Antonio Pignatiello ci racconta in anteprima il suo nuovo album.
Non conosciamo ancora il titolo, né la data d’uscita ma lo siamo andati a trovare e ci siamo fatti raccontare di cosa parlerà questo nuovo album.
Da un po’ di tempo al lavoro sul questa sua terza opera, Pignatiello si è nuovamente affidato ai suggerimenti del produttore internazionale Taketo Gohara.
Le uniche informazioni in nostro possesso sono che è un disco “registrato in presa diretta”, niente sovraincisioni o trucchi da studio.