Apr 112017
 
Peter Hook & The Light: Time won't tear us apart

E’ un concerto lungo, energico, potente: Hookie non si risparmia e dopo una cavalcata di oltre un’ora nel repertorio dei New Order abbandona batteria elettronica, campionamenti e tastiere per approdare al secondo set dedicato ai brani dei Joy Division.

Mar 212017
 
Solchi Sperimentali Fest: II Edizione: la dimensione dell’inquietudine cosmica

Solchi Sperimentali Fest è uno evento poliedrico, molto innovativo, dove Antonello Cresti agisce nell’ambito di un fecondo sincretismo culturale, esplorando senza confini ogni percorso possibile nelle musiche “altre”.

Dec 042016
 
Inchinati dinanzi al re cremisi, ed al genio di Robert Fripp

con Fripp è scontato che le banalità non vengano contemplate, quindi tanto vale soffermarsi sull’esibizione del complesso che non tradirà le attese dei presenti confermando quanto la qualità faccia la differenza nel corso degli anni, sopperendo così alla verve giovanile giocoforza smarrita per questioni anagrafiche

Nov 282016
 
Killing Joke: testimoni di un passato sospeso nel tempo

Affascinante, bizzarro e con una vena anacronistica lo spettacolo messo in scena il 15 novembre all’Orion da Jaz Coleman e compagni. Affascinante perché i Killing Joke rappresentano da sempre un faro nella tempesta dei suoni industrial, post punk, metal e new wave

Nov 102016
 
PJ Harvey: stupefacente poesia del contemporaneo

È davvero raro uscire da un concerto con addosso una tale sensazione di magnifica perfezione, scavando nella mente alla vana ricerca di qualcosa che non sia andato del tutto nel modo giusto. Ma PJ Harvey e la sua band stellare vanno oltre qualsiasi aspettativa…

Oct 032016
 
Per gli spazi occupati e la loro cultura: la (s)carica degli Afterhours...dopo il diluvio

Si chiude così quest’evento di fine estate, altamente esemplificativo della battaglia che intercorre tra le ordinanze di sgombero delle amministrazioni e la resistenza degli attivisti che lottano per mantenere viva la scena culturale capitolina seppur tra mille difficoltà

Aug 082016
 
 Suede & Stereophonics: Introducing the bands

Bentornati negli anni’90, negli anni nel quale il Britpop dettava legge, in un mondo musicale drasticamente diverso da quello attuale, dove la musica inglese dominava le scene e non si riusciva a stare dietro a un’offerta impressionante, l’Inghilterra, il Galles, la Scozia deliveravano artisti e bands quotidianamente, il tutto ben spalleggiato e foraggiato da magazines molto influenti come Nme e Melody Maker. I Suede parvero raccogliere in qualche modo l’eredità molto pesante degli Smiths come impatto sul pubblico, seppure come band fossero più glam e decadenti. Le chitarre di Bernard Butler e il carisma di Brett Anderson andavano perfettamente a rimpiazzare nell’immaginario ferito dallo scioglimento degli Smiths, le figure di Morrissey & Marr.